Padel britannicoLa British Lawn Tennis Association (LTA) e la British Padel, la federazione britannica di padel, stanno unendo le forze con effetto immediato, unendo le forze (come in Francia, Belgio e Italia) per accelerare la crescita del padel nel Regno Unito.

 

Ecco l'annuncio ufficiale della Lawn Tennis Association del 13.05.2019:

 

Padel tennis: LTA per integrare British Padel nelle operazioni

La LTA ha annunciato che integrerà British Padel nelle operazioni quotidiane dell'organizzazione. Questa è una mossa strategica per favorire sia la crescita del tennis che del padel nel Regno Unito, e fa parte del piano quinquennale della LTA per far crescere il gioco offrendo formati che sono più facili da giocare. 

Il padel tennis, che sta crescendo rapidamente in tutta Europa, si gioca su un campo chiuso, grande circa un terzo di un campo da tennis. Le regole sono le stesse del tennis, si gioca con le stesse palline anche se il servizio è sotto mano e i muri sono usati come parte del gioco. Il padel è uno sport molto sociale, sempre giocato in doppio e facile da imparare. Non essendo dominante, si adatta a tutti i livelli di gioco e a tutte le fasce d'età. Le star professioniste Rafael Nadal, Novak Djokovic e i fratelli Murray sono tutti noti per giocare a padel.

La LTA vede molti vantaggi nell'incorporare il padel nelle sue operazioni, dato che ha aiutato molte altre federazioni europee a reclutare e mantenere persone di tutte le età nel tennis. Lavorerà con i club, i parchi e i centri di tennis per sostenerli nella costruzione del numero di soci e di giocatori regolari. Unendo le forze con la LTA, il padel beneficerà dell'esperienza della LTA nell'apportare miglioramenti al calendario delle competizioni britanniche e nel migliorare l'accreditamento degli allenatori e i processi educativi. Avrà anche accesso allo schema di sovvenzioni per gli impianti della LTA.

Tom Murray, fondatore di British Padel, assumerà un nuovo ruolo all'interno della LTA come Head of Padel, dopo essere stato un direttore esecutivo di British Padel dal 2012 con più di dieci anni di esperienza nel settore della gestione sportiva e bancario. È anche un ex tennista professionista. 

La LTA prevede di costruire tre campi da padel durante il 2019/20 per aggiungere al numero di campi da tennis giocabili esistenti al National Tennis Centre di Roehampton. Avranno scopi multipli tra cui l'uso di giocatori d'élite, la fornitura di formazione per allenatori e l'uso comunitario.     

Le origini del Padel possono essere fatte risalire agli anni '60 in Messico, dove nel 1974 arrivò sulla costa meridionale della Spagna e divenne una sensazione sportiva. Nel 1993, il Consiglio dello Sport di Spagna ha riconosciuto il Padel come sport, cambiando l'ortografia (da Paddle a Padel) per la pronuncia nella lingua spagnola. Ora circa sei milioni di persone giocano in Spagna e un certo numero di altre federazioni di tennis, come la Francia, l'Italia, il Belgio e l'Olanda hanno già incorporato il padel nelle loro strutture di competizione e nelle loro consegne operative.

Chi ha detto cosa?
Scott Lloyd, CEO di LTA

"Siamo lieti di portare il British Padel nella famiglia LTA. Vogliamo aprire il tennis a quante più persone possibile in tutto il paese e un elemento chiave della nostra strategia per fare questo è quello di introdurre formati innovativi del gioco che aiuterà a mantenere i giocatori esistenti e creare un percorso più semplice per i nuovi giocatori nel nostro sport. Sono sicuro che con il sostegno della LTA, il padel offrirà nuove ed eccitanti opportunità per i club, i parchi e i centri di tennis in Gran Bretagna".

Tom Murray, fondatore del Padel britannico

"Sono entusiasta di lavorare con la LTA e non vedo l'ora di intraprendere questo entusiasmante progetto. Questo è un grande passo per il padel in quanto significa ottenere un riconoscimento ufficiale per questo sport, che porterà a nuove opportunità per i club di tennis e squash, strutture per il tempo libero, giocatori, allenatori e imprenditori in tutto il Regno Unito".

Altri articoli Altri articoli

Nessun contenuto trovato